Progetto d’isituto

«Vola solo chi osa farlo»

Il progetto d’istituto 2021-22

Il progetto d’istituto per la Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado si radica, dal punto vista di vista pedagogico e didattico, in uno dei racconti più famosi di Luis Sepulveda: “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”.

Questa storia, densa di significati, è adatta agli studenti di qualsiasi ordine e grado e offre spunti di riflessione su molteplici tematiche:

  • l’importanza del gruppo, della collaborazione e dell’aiuto reciproci
  • l’accoglienza del diverso e l’inclusione
  • il valore dell’amicizia
  • il peso delle emozioni e dei sentimenti (anche negativi come la gelosia o l’invidia)
  • alcuni temi sociali (come l’inquinamento, la tutela dell’ambiente, il riciclaggio e il bullismo)

“Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” è la storia di un gatto di nome Zorba che decide di prendersi cura, proteggere e insegnare a volare a una gabbianella piccina e indifesa.

In ottica metaforica, tuttavia, è proprio Zorba a imparare a volare perché riesce a ergersi al di sopra di tutta una serie di stereotipi legati alla sua condizione naturale e a trovare dentro si sé il coraggio di compiere gesti inaspettati.

Il cuore pulsante del racconto è insito nel processo di integrazione e unione fra due specie animali antitetiche per loro stessa natura.

La gabbianella Fifì viene cresciuta e tutelata dal gatto Zorba con la gentilezza e la delicatezza dell’amore materno, tant’è vero che il cucciolo di gabbiano chiama Zorba con l’appellativo di “mamma” fin dai primi respiri e passi.

È l’amore, infatti, il potente motore di questo racconto: è l’amore a regolare i rapporti fra i diversi protagonisti e a rendere possibile il superamento di qualsiasi timore.

Zorba ci insegna che l’amore puro e sincero non segue logiche, trascende le diversità e gli egoismi che limitano le possibilità di aiuto nei confronti degli altri.

“Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” è, dunque, la storia dell’accettazione, del rispetto e dell’inclusione, temi vicini ai bambini e ai ragazzi oggi più che mai: la storia giusta per la nostra scuola.