1, 2, 3… ciak si gira!

Sono 22, sono bambini e quest’anno si stanno trasformando in attori sul palcoscenico: tre venerdì al mese i bimbi di terza primaria vanno in aula di musica, indossano calze antiscivolo e… abracadabra! La magia è fatta: tutti pronti per entrare nel fantastico mondo di Shakespeare.

Per la terza primaria, questo è un anno da spettacolo! Accompagnati dalla maestra Chiara, i bambini di terza hanno intrapreso un percorso inclusivo di sperimentazione fisica e teatrale, che vede come ingredienti principali l’uso del corpo consapevole e la drammatizzazione corale.

Attraverso alcune tecniche teatrali come il mimo e la recitazione improvvisata, gli alunni stanno esplorando le possibilità comunicative del corpo, il ritmo, la creatività e la formalizzazione del pensiero creativo. Un progetto che stanno costruendo proprio loro, maestri e bambini insieme, cucito addosso alle loro curiose personalità a partire dalla realtà che li circonda.

E non bastava esprimere pulsioni, emozioni e sentimenti attraverso il movimento; bisognava scomodare persino Shakespeare.
Cosa c’entra William? Chiedetelo ai bambini: due sono le lingue del progetto – la lingua italiana e la lingua inglese.

Un’occasione per perfezionare le competenze linguistiche divertendosi e, soprattutto, per sperimentare la lingua nella sua quotidianità.

E ora, tutti in scena, let the show begin!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.